www.croceverdesl.it


Vai ai contenuti

Storia

La Croce Verde

brevi cenni sulla storia della CROCE VERDE DI SESTRI LEVANTE


1907

La Croce Verde nasce il 07/06/1907, con il nome ufficiale di PUBBLICA ASSISTENZA SESTRI LEVANTE e viene riconosciuto tra i soci fondatori il primo Presidente l’ill.mo Dott. Simoni Pietro. La Pubblica Assistenza Sestri Levante, che diviene immediatamente denominata CROCE VERDE, per diversi anni gestita e diretta di cittadini di Sestri Levante che abitavano nel centro storico, cresce rapidamente e diventa sempre più fiorente, offrendo oltre ad assistenza sanitaria anche assistenza ai meno abbienti in città. Dai documenti in nostro possesso, si comprende che i militi svolgevano anche la funzione di pompieri sul territorio del comune di Sestri Levante, successivamente vista l’attività mineraria presente nella fraz. di S. Vittoria di Libiola, viene aperta la Croce Verde anche nella frazione per essere più vicino al luogo di lavoro che allora appariva più pericoloso e per dare una assistenza immediata ai malcapitati. Il lavoro svolto dai militi volontari viene sempre più apprezzato dai cittadini che collaborano sempre in maniera maggiore sia economicamente che mediante l’opera personale diventando essi stessi militi volontari. Dalla sua nascita la Croce Verde di Sestri Levante intreccia la sua vita con la vita della città in modo indissolubile ed unico, le scelte e le varie attività svolte dall’Ente sono il riflesso di ciò che accade in città.

1932

In uno dei momenti più floridi della nostra associazione, durante il ventennio fascista e più precisamente nell’anno 1932, arrivano al comune ed all’Ente stesso le prime richieste da parte della prefettura di Genova per avere notizie dettagliate sull’attività svolta dalla locale Croce Verde e dei militi che la frequentano. L’interesse, si scoprirà successivamente, non era rivolto alla Croce Verde di Sestri Levante in particolare, ma era rivolto a tutte le associazioni esistenti in Italia e volendo avere il regime avere il controllo totale su tutte le associazioni era già ipotizzata la trasformazione di tutte le associazioni di Pubblica Assistenza in Croce Rossa Italiana.

1933

Nel 1933 a febbraio arriva il decreto, tanto temuto, di scioglimento della sezione di S. Vittoria di Libiola, mentre il 30 marzo 1933, viene definitivamente decretata la chiusura della Pubblica Assistenza e il trasferimento di tutti i suoi beni passano immediatamente sotto il controllo della Croce Rossa Italiana, senza possibilità alcuna da parte dei soci e dei cittadini sestresi di opporsi a tale decisione.


1947

Dopo diversi anni, nel 1947, la volontà dei cittadini sestresi e la loro caparbietà li porta il giorno 28/10/1947 a voler far rivivere e ricostituire la CROCE VERDE di Sestri Levante, l’atto riporta la nomina del nuovo presidente NICOLINI Mario.

dal 1948 ad oggi…

Il presidente NICOLINI Mario dopo non poche battaglie condivise con altri consiglieri e soci, viene convocato dal Prefetto di Genova unitamente al Sindaco di Sestri Levante, il Presidente della Croce Rossa Italiana della Liguria e il Segretario della Camera del Lavoro per valutare la possibilità di far rientrare in possesso della Croce Verde i locali ed i mezzi che le erano stati tolti nel 1933.
La battaglia, non poco difficoltosa, viene vinta e la Croce Verde di nuovo operativa si riappropria dei locali sestresi e di S. Vittoria di Libiola, ma i mezzi sono ormai perduti.
Grazie alla generosità della consorella di Sestri Ponente che ci dona la lettiga a mano ancora oggi in nostro possesso, si ritorna a svolgere servizi di assistenza alla cittadinanza e successivamente, come traspare dalla nostra corrispondenza, l’allora sindaco Ocule, scrive alla Prefettura per poter destinare una ambulanza alla Croce Verde di Sestri Levante, in quanto la Croce Rossa risulta essere inattiva da diversi anni e la Croce Verde, pur essendoci attività industriali e minerarie, non è dotata di una ambulanza a motore.
Gli sforzi successivi porteranno la Croce Verde insieme ai suoi militi a raggiungere livelli sempre migliori nel corso degli anni. Nota degna di essere segnalatae che oggi può far sorridere, la richiesta al comune del 1951 per poter avere i fondi utili per riparare la lettiga a mano allora trasferita nella sezione di S. Vittoria di Libiola. Il resto è quasi storia dei giorni nostri, un susseguirsi di militi, consiglieri e Presidenti eccellenti, tra i quali il presidente Sanguineti Clodoveo “Frelin” che diresse il sodalizio per quasi trenta anni e che insieme ai suoi predecessori e successori ci ha permesso oggi di avere una delle Pubbliche Assistenze dotate di personale e mezzi all’avanguardia che ormai svolgono una opera indiscutibilmente importante per una realtà come la nostra ed in un periodo che la solidarietà ha bisogno più che mai di essere alimentata. Da non dimenticare gli impegni della Croce Verde al di fuori delle nostre realtà locali. Dal maremoto di Messina ai vari terremoti che hanno scosso la penisola e ci hanno sempre visti in prima linea per arrivare per ultime ma non meno gravi, all’alluvione nell’alessandrino di pochi anni fa ed arrivare al maremoto dello Sri Lanka ed ultimo il soccorso portato in Abruzzo in occasione del terremoto del 1999. All’nizio di questo breve racconto si sottolineava l’intreccio della Croce Verde con la storia della cittadina, alcuni anni or sono si poteva ancora dire che tutti i cittadini erano tutti prima soci e poi militi della Pubblica Assistenza. Oggi non è cambiato gran chè, e tutti i cittadini si ricordano i dirigenti e militi uniti ai cittadini nella lotta, prima al trasferimento del Pronto Soccorso a Lavagna avvenuto diversi anni fa e successivamente nella lotta contro la chiusura della Fit Ferrotubi.
L’intreccio con la vita della cittadina continua anche oggi, i problemi dei cittadini sono i nostri identici problemi e proprio per questo motivo riusciamo a ben comprendere quali siano le esigenze da soddisfare per i cittadini sestresi. Per quanto detto in queste poche righe che hanno “l’arroganza” di voler raccontare la storia persone e cose che si sono succedute al servizio di miglia di persone che hanno avuto bisogno di noi, non bisogna dimenticare che ci siamo presi carico anche di tutta la Val Petronio creando due sedi distaccate a Castiglione Chiavarese ed a Casarza Ligure cresciute con gli stessi insegnamenti che ci trasmettiamo di anno in anno compreso quell’aspetto caritatevole che ci contraddistingue e ci fa sentire apprezzati da tutti coloro che ci conoscono. Per chi non ci conosce o ci conosce poco, l’invito a venirci a trovare è il minimo che possiamo fare a fine di questo breve racconto, che sfortunatamente non può ricordare uno ad uno uomini e donne che si sono avvicendati nell’associazione e che sono degni non della nostra ma della stima di tutti, per il lavoro svolto in silenzio e lontano dai riflettori della cronaca. Un opera di volontariato al totale servizio del prossimo.


Home Page | La Croce Verde | Sedi | Prelievi a domicilio | Dove siamo | Tesseramento | Contattaci | Mappa del sito


Torna ai contenuti | Torna al menu